Breve analisi della lingua cinese parlata

[banner align=”alignleft”]

Università di Fudan, Shanghai - Cinesespresso
La rinomata Università Fudan di Shanghai, dove molti studenti, soprattutto stranieri, si recano per imparare il Cinese mandarino.

Esistono molte lingue nel mondo, infatti, gli studiosi ed i linguisti più eminenti ne stimano tra le 3000 e le 8000; tuttavia, la lingua con il maggior numero di parlanti al mondo è, ad oggi, il cinese!

Le statistiche ufficiali, aggiornate all’anno 2008 vedono, come lingua con il maggior numero di parlanti nel mondo:

.

1. cinese

2. inglese

3. spagnolo

4. arabo

5. hindi

le lingue si classificano generalmente a seconda della loro origine e distribuzione geografica, così come italiano, francese e spagnolo provengono dal ceppo INDOEUROPEO, il cinese mandarino proviene dal ceppo delle lingue SINO TIBETANE (come il tibetano, cantonese, burmese, ecc.).

La situazione linguistica cinese è alquanto particolare, infatti in un territorio così vasto vi sono ben 56 minoranze riconosciute ufficialmente dal governo (le quali costituiscono, tutte insieme, il 5% totale della popolazione della Cina) ognuna delle quali parla la propria lingua, diversa dal cinese.

Il cinese mandarino è il dialetto del distretto di Pechino, eletto come lingua nazionale dopo l’unificazione del territorio sotto il regime comunista del 1949. Per la precisione si tratta del dialetto del gruppo etnico HAN, che costituisce il 95% della popolazione, infatti un modo di definire la lingua cinese è hanyu – lingua degli HAN. Anche se comunemente usato quotidianamente nella lingua parlata, il termine non è “politically correct” in quanto mette in risalto esclusivamente la componente etnica “han”, svalutando le restanti etnie; infatti anche le restanti 55 minoranze etniche cinesi parlano, per necessità o perché costrette dallo stato, questa lingua. Una denominazione più corretta per la lingua cinese sarebbe Guoyu – letteralmente lingua del paese, quindi lingua nazionale) ma la denominazione più usata per definirlo è: Putonghua (il cui significato è: “lingua comune” questo è il termine maggiormente utilizzato per riferirsi alla lingua cinese ed è anche uno dei più appropriati). Altri sinonimi sono “Zhongwen” lingua della Cina, ed ancora “Zhongguohua” la parlata della Cina. Il Putonghua è parlato da 900 milioni di persone, è una delle lingue ufficiali delle Nazioni Unite, viene usato ufficialmente nelle radio, televisioni e scuole della Cina popolare, a Taiwan, Hong Kong e Macao, nonché dalle comunità cinesi all’estero.

Ti è piaciuto l’articolo? Per favore, clicca su “Mi piace” e condividilo su Facebook, Twitter o qualsiasi altro social network!

Pubblicato da cinesespresso

Amante della Cina e di tutto quello che la riguarda dal 2005.