Etimologia dei colori tradizionali cinesi

Foto di Alex Hu da Pixabay

Colori e opere letterarie

Ogni colore tradizionale cinese possiede un suo nome ben preciso, e la cosa curiosa è che quasi ogni nome è una sorta di piccola poesia. Questo perché la denominazione dei colori tradizionali cinesi è imprescindibile dalle opere letterarie. Per descrivere vividamente il mondo, spesso gli autori hanno inserito nelle opere letterarie un gran numero di parole creative per esprimere i colori.

Ad esempio, per descrivere il colore del cielo quando l’alba sta spuntando ed il sole balza all’orizzonte è stato creato il colore “bianco ad oriente”.

Bianco a oriente

Il nome deriva da una composizione del 1082 di 苏轼 Sūshì, intitolata “前赤壁赋” “Qián chìbì fù”, “prima ode sulle scogliere rosse” e facente parte di una coppia di resoconti personali scritti sotto forma di saggi o rapsodie poetiche, poi successivamente classificate come “prima ode sulle scogliere rosse” ed “ultima ode sulle scogliere rosse”. Durante il 1080-86 Su fu esiliato a causa di alcune sue opere satiriche e prese servizio come funzionario minore a Huangzhou, sul fiume Yangzi nell’odierna provincia dell’Hubei.

Il colore del momento prima dell’alba

Si pensa che queste opere letterarie siano state scritte poco dopo un viaggio fatto dall’artista con i suoi amici sul fiume Yangtze (il fiume azzurro), che li portò al presunto sito della battaglia delle scogliere rosse, avvenuta ottocento anni prima. Dopo aver ragionato, cantato, bevuto e goduto del meraviglioso paesaggio per tutta la notte, i protagonisti di questo viaggio si accingono ad essere travolti dalla bellezza dell’alba di un nuovo giorno.

Il cielo è di un colore carta-da-zucchero e la luce della linea che demarca l’orizzonte non è ancora brillante, perché da nero che era durante la notte più buia, sta diventando bianco. Il bianco che si vede prima del sorgere del sole è il preludio al graduale emergere di migliaia di colori, è la promessa di un nuovo giorno. Presto ci saranno tocchi di rosso nel cielo, e la bellezza degli intrecci dei colori rosso e nero apparirà davanti agli occhi degli osservatori. Poi, quando il colore rosso-arancio aumenta gradualmente, la linea di demarcazione tra notte e giorno diventa chiaramente visibile.

La meraviglia di un nuovo giorno

C’è un’enorme differenza tra il vivere la notte e l’aspettare l’alba: la notte è piena di mistero, ma l’alba porta speranza. Ogni momento dell’alba è pieno di sorpresa e meraviglia. Di notte, il mondo resta nel silenzio, celato alla vista. La vista del colore bianco ad oriente è l’annuncio che la notte sta finendo. L’alba, vestita del bagliore del sole nascente, sta arrivando, con la promessa di un nuovo giorno e tutti i sentimenti positivi che esso porta con sé. Infine, altro aspetto estremamente importante della cultura Cinese, quando il cielo è buio e da est appare la luce bianca, è il momento in cui yin e yang si alternano.

Se vuoi comprendere e approfondire la conoscenza dei colori tradizionali Cinesi per apprezzarne appieno la loro bellezza, è in uscita a fine maggio 2024 il mio nuovo libro sui colori in Cina ed il loro significato. Non perderlo!

Pubblicato da cinesespresso

Amante della Cina e di tutto quello che la riguarda dal 2005.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *